Il blog di Francesco Spadafora

3
Apr
2017
Il sesso dei vini
Il sesso dei vini

Il sesso dei vini non è mai lo stesso, molto spesso dipende dal nostro di sesso e da dove viviamo. Argomento controverso e di cui, dai tempi degli antichi, si discute. Per capire come un vino piuttosto che un altro possano influenzare gli umore degli umani.

Non si può certo sostenere che un Syrah bevuto sotto il sole a 35 gradi possa fare lo stesso effetto emotivo durante un incontro galante che lo stesso vino bevuto davanti ad un camino: pur essendo sempre caldo, l'effetto sarà diverso. Il posto dove viene consumato quel vino sarà determinante così come il tipo di uva.

Il Syrah sa essere donna accogliente come anche un maschio irruente.

Il Merlot può essere donna prorompente come anche un maschio vanitoso.

Lo Chardonnay è una donna in un campo di fiori come un maschio sorridente.

Il Grillo una donna che ride come un maschio che beve per dimenticare.

Il Nero d'Avola una donna che si gode la vita come un uomo che pensa di sapere tutto.

Importante penso che sia scegliere la propria bottiglia guardandosi intorno per sapere con chi sei e dove sei perché mancherebbe qualcosa se si sbaglia la scelta e sarebbe un vero peccato se uno Chardonnay facesse la parte di un Nero d'Avola.

Qualche volta si pensa che si possano trovare dei compromessi ma nel mondo dei sensi questo non funziona mai.

 

Commenti (0)