Il blog di Francesco Spadafora

6
Feb
2017
Una sera d’agosto sui cuscini di neve
Una sera d’agosto sui cuscini di neve

Nasce una foto ed immagini una storia. Pensi ad un vino e nasce un piatto. Trovo che sia un libero sfogo alla fantasia quando trovi uno scatto fotografico ed immagini una storia di pura fantasia ma che tra le righe nasconde la vera essenza del condividere.

Vorresti metterli a loro agio e d'altro canto sono ospiti che sono arrivati a casa tua e faresti di tutto per farli sentire caldi. Ed allora ti proponi come chi vorrebbe occuparsi del disgelo con cibo, vino e musica.

Ascolti musica, la ascolti anche nel bicchiere e poi, quando hai risolto tutte le curiosità alle quali hai pensato, loro, ancora rigidi, seduti sulle loro sedie con quel muro bianco e freddo di fronte come se fossero seduti su dei cuscini di neve.

Faresti di tutto, cucineresti di tutto, apriresti qualsiasi bottiglia, nuova, vecchia o futura, perché sono ospiti ed amici e vorresti che arrivasse il sole, che il muro bianco si sciogliesse e che i cuscini diventassero di lino, ma ancora niente.

Ed allora ti giochi la carta del "venite a vedere che cosa vi ho preparato" e dietro la tenda un tavolo bianco, luci calde e soffuse ed una grande foto che li ritrae seduti sullo stesso tavolo ma d'estate e loro che non si ricordavano della foto scoppiano a ridere e la neve si scioglie ed i cuscini diventano di lino ed i bicchieri si riempiono e gli animi si scaldano e l'amicizia viene servita nei piatti e dentro i bicchieri ed offri loro tutto quello che serve perché un tavolo freddo è diventato ancora una volta un ambiente da raccontare ed insieme ci alziamo e passeggiamo in cantina con atmosfera da musica rallegrata da antichi ricordi. E capisci che basta così poco perché un tavolo freddo possa, in un attimo, trasformarsi in un'oasi di tranquilla serenità.

Certo, il vino gioca la sua, crea immaginazione, contribuisce a far sì che la neve si trasformi in lino e che amicizia ed ambiente facciano il resto, tracciando una linea dove tutti possano aiutare la propria immaginazione e pensarsi in una sera d'agosto seduti su dei cuscini di neve.

 

Commenti (0)