Il blog di Francesco Spadafora

27
Gen
2017
La cinquina secca
La cinquina secca

Scherzando con gli amici, e parlo di amici di una certa età, spesso si ironizza su quando, guardandoci allo specchio, vediamo che la fronte si allarga, la sfumatura si alza o si sta creando quello spazio odioso al centro della testa, qualche volta nascosto da una chioma non proprio pettinata giusto per coprire quel green che si sta formando. Pensiamo subito a qualche carenza alimentare ed inevitabilmente agli anni che passano.

Tutto questo, ma non perché ci sia una analogia scientifica, mi riporta sorridendo  a quanto scritto poco tempo fa su come sia possibile ridurre la quantità di solforosa nei vini. Abbiamo finora parlato dei limiti legali. Ora “diamo i numeri” e magari giocando alcuni di questi numeri potremmo vincere qualcosa e anche pensare, con i soldi incassati, di risolvere il problema del green sulla nostra testa. La cinquina è secca, si riferisce alla solforosa totale.

Siriki (2014): 6

Syrah etichetta rossa (2014): 46

Grillo (2015): 57

Chardonnay (2013): 51

Cabernet Sauvignon (2011): 38.

Nel post precedente vi avevo detto di come e quanto noi per primi dobbiamo essere responsabili per quello che offriamo a chi ci beve. Ora, scherzando, siamo ancora più responsabili anche della loro folta e fluente chioma.

 

Commenti (0)